Autorizzazione ESTA per viaggiare a New York e negli Stati Uniti

Ogni anno milioni di viaggiatori volano negli Stati Uniti d’America. La città di New York è anche particolarmente popolare tra i turisti . Nel 2018, la grande mela ha visto circa 65 milioni di turisti stranieri, rendendola la sesta città più visitata al mondo. Per gestire meglio il movimento dei cittadini sul territorio nazionale, le autorità statunitensi richiedono un’autorizzazione di viaggio ESTA. Questo è un documento rilasciato online dal Dipartimento della sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Questo è richiesto prima che il viaggiatore si imbarchi con una compagnia di navigazione o una compagnia aerea.

Qual è il ruolo dell’autorizzazione ESTA per New York?

L’autorizzazione ESTA (Sistema elettronico per l’autorizzazione di viaggio) ha lo scopo di fornire informazioni su ciascun viaggiatore che desidera viaggiare negli Stati Uniti. Questa formalità è stabilita per sapere se il cittadino straniero rappresenta una minaccia o no per gli Stati Uniti. Per ottenerlo, le autorità americane chiedono di compilare un modulo online in cui è necessario rispondere a varie domande.

ESTA non si applica a tutti i viaggiatori. La sua consegna dipende, da un lato, dalle condizioni di viaggio e, dall’altro, dalla nazionalità del cittadino .

Condizioni di viaggio richieste per ESTA USA

Per essere idoneo all’ESTA, il tuo soggiorno negli Stati Uniti non deve superare i 90 giorni consecutivi. Oltre questo limite, viene imposta la domanda di visto all’Ambasciata degli Stati Uniti. La durata del viaggio a New York o nel paese di Zio Sam non è l’unico criterio da prendere in considerazione. Tenere presente che l’amministrazione statunitense rilascia il documento ESTA solo per tre tipi di soggiorni: viaggi turistici, viaggi d’affari e transito.

Come misura di sicurezza, la protezione doganale e delle frontiere degli Stati Uniti richiede anche che tu abbia un biglietto di ritorno prima di fare domanda online. Questa condizione garantisce che non si desidera immigrare e vivere illegalmente sul suolo americano. Si noti che questo biglietto di viaggio è solo per viaggi aerei o marittimi. L’accesso al territorio degli Stati Uniti via terra richiede un’altra forma.

Nazionalità del cittadino

Che tu abbia intenzione di visitare New York o il West americano, tieni presente che per viaggiare senza visto negli Stati Uniti, è indispensabile avere la nazionalità di un paese aderente al Visa Waiver Program. Questo accordo consente a 38 nazionalità, comprese tutte quelle dell’Unione Europea, di essere esentate da un visto tradizionale durante una visita negli Stati Uniti.

Per andare a New York, come ottenere il permesso ESTA?

Le formalità per ottenere l’ESTA sono molto semplici, si richiede semplicemente di avere un passaporto biometrico o elettronico ancora valido quando si va negli Stati Uniti. Per richiedere un permesso di soggiorno temporaneo, è necessario compilare il modulo ESTA. Quest’ultimo è sul sito ufficiale del governo degli Stati Uniti o su qualsiasi sito privato specializzato.

Per completare il questionario online, è necessario inserire il proprio stato civile e vari elementi del passaporto, come il paese di rilascio o il numero del passaporto. Viene anche chiesto di rispondere a 9 domande, incluso se hai viaggiato di recente in uno dei paesi del “divieto musulmano” (Iraq, Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria, Yemen) o se sei già stato condannato da la giustizia.

Nella maggior parte dei casi, il sistema informa immediatamente il richiedente se l’autorizzazione ESTA è concessa, in corso o negata. In quest’ultimo caso, è necessario contattare le autorità consolari o rivolgersi all’ambasciata per una procedura di visto.

Se la tua domanda ESTA è stata approvata, ti consente di partire immediatamente o per i prossimi due anni a New York o in qualsiasi altro stato degli Stati Uniti.

Il modulo ESTA è essenziale per viaggiare negli Stati Uniti e a New York?

Per viaggiare negli Stati Uniti, l’ESTA è obbligatoria, tranne due eccezioni:

  • hai già un visto USA ottenuto dopo una richiesta al consolato o all’ambasciata americana. Può essere qualsiasi permesso di soggiorno (visto turistico, visto di lavoro, visto per studenti, ecc.), Purché quest’ultimo sia valido;
  • sei un residente permanente negli Stati Uniti e hai la carta verde.