Stati Uniti: il ruolo del Dipartimento per la sicurezza interna

Il Dipartimento di sicurezza nazionale (DHS), che può essere tradotto in francese dal Dipartimento di sicurezza nazionale, è un dipartimento del governo federale degli Stati Uniti d’America. Istituito nel 2002, in seguito all’introduzione della Homeland Security Act, l’ obiettivo principale del DHS è garantire la sicurezza interna del Paese. Per questo, supervisiona una dozzina di agenzie governative ciascuna con missioni specifiche.

Le missioni del Dipartimento della sicurezza interna

La missione principale del Dipartimento della sicurezza interna è proteggere la nazione americana da ogni forma di minaccia. Per svolgere questo immenso compito, si basa su una forza lavoro totale di oltre 240.000 dipendenti, che opera in una vasta gamma di settori, come la protezione delle frontiere, l’aviazione, la sicurezza informatica, ecc. Questa organizzazione richiede un budget fenomenale: nel 2018 il budget totale del Dipartimento per la sicurezza interna è stato di poco più di 44 miliardi di dollari.

Le missioni del Dipartimento della sicurezza interna sono articolate su 5 assi principali:

  • la prevenzione del terrorismo e il rafforzamento della sicurezza;
  • protezione dei confini;
  • applicazione delle norme sull’immigrazione;
  • protezione dello spazio virtuale;
  • prevenzione e protezione contro tutti i tipi di catastrofi.

L’organizzazione del DHS

DHS ora comprende 14 uffici governativi:

  • Protezione doganale e di frontiera degli Stati Uniti (protezione doganale e di frontiera degli Stati Uniti);
  • la direzione della scienza e della tecnologia (direzione della scienza e della tecnologia);
  • l’Agenzia federale di gestione delle emergenze;
  • la direzione della direzione;
  • la National Cyber ​​Security Division ( Office of Cybersecurity and Communications);
  • il Centro federale di formazione per l’ applicazione della legge ( Centri federali di formazione per applicazione della legge );
  • la Guardia costiera degli Stati Uniti (US Coast Guard);
  • le armi di contrasto dell’ufficio di distruzione di massa;
  • l’Ufficio di intelligence e analisi (Bureau of Intelligence and Analysis);
  • i servizi di cittadinanza e immigrazione degli Stati Uniti (Citizenship and Immigration Services);
  • l’Immigration and Customs Enforcement degli Stati Uniti (Immigration and Customs Service);
  • il servizio segreto degli Stati Uniti;
  • la Transportation Security Administration (Amministrazione della sicurezza dei trasporti degli Stati Uniti);
  • il Coordinamento delle operazioni.

Per un funzionamento ottimale, DHS lavora a stretto contatto con alcune agenzie della comunità dell’intelligence (CIA, FBI, NSA, ecc.).

Bandiera americana
Bandiera americana DHS

Dipartimento per la sicurezza nazionale e ESTA

Come parte della sua missione principale di mantenimento della sicurezza interna, il Dipartimento per la sicurezza interna è responsabile del monitoraggio di tutti i flussi migratori negli Stati Uniti. In questa logica, il DHS è responsabile della consegna dell’ESTA (sistema elettronico per l’autorizzazione dei viaggi).

Che cos’è l’ESTA?

L’ESTA è un’autorizzazione di viaggio elettronica per viaggiare negli Stati Uniti senza visto. Viene rilasciato solo ai cittadini dei paesi membri del Visa Waiver Program (VWP) che soggiornano fino a 90 giorni per un viaggio turistico, d’affari o di transito.

Per garantire che i cittadini stranieri che chiedono l’ESTA non costituiscano una minaccia per la sicurezza interna del paese o che non desiderino immigrare, DHS ha predisposto il modulo ESTA .

Il modulo ESTA

Questo modulo online è disponibile sul sito Web ufficiale del governo degli Stati Uniti o su determinate piattaforme private.

Per completarlo, è prima necessario fornire le informazioni sull’identità del viaggiatore sull’ePassport o sul passaporto biometrico. Sarà quindi necessario informare alcune informazioni sul soggiorno negli Stati Uniti. Infine, il modulo si conclude con un questionario. Queste domande sono essenziali per il Dipartimento della sicurezza nazionale , in quanto identificano direttamente i cittadini che rappresentano una minaccia. Ad esempio, viene chiesto se il viaggiatore ha mai avuto condanne legali o se ha mai viaggiato in uno degli stati di divieto musulmano (Iraq, Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria, Yemen). Se il richiedente ESTA risponde “sì” ad almeno una delle 9 domande, il Dipartimento per la sicurezza interna respingerà immediatamente la sua domanda online.

Il Dipartimento della sicurezza nazionale è anche responsabile dell’emissione, tramite l’USCIS, della famosa carta verde, che non è altro che la carta di residenza permanente.